News: L'OSSESSIONE del REGIME
(Categoria: Piamente)
Inviato da PI.ERRE.
lunedì 13 aprile 2009 - 08:04:19

Giovedì scorso Michele Santoro ha condotto da par suo un'altra puntata di Anno Zero, lo ha fatto dal suo (che è anche quello di ogni persona pensante) seguendo gli schemi della CONTROINFORMAZIONE, un metodo previsto in ogni Paese che si definisca elementarmente democratico ed evoluto.
Al REGIME questo atteggiamento non piace, e se no che regime sarebbe. Non piace che si ficchi il naso negli spazi che l'irreggimentata INFORMAZIONE di STATO lascia fuori dai suoi schifosi TG e da "editoriali" che avrebbero fatto arrossire anche il più fanatico fascista durante il ventennio.
Ai colonnelli di nano non piace che ci possa essere qualcuno che non ama fare il leccaculo del loro padrone... e non sono manco gelosi... no, loro vogliono un popolo sempre plaudente e sempre prono alle volontà dello "statista" più ridicolo che abbiamo mai avuto.


Loro sanno che a nano piace essere adulato, che gode da matto quando è applaudito e perciò non possono tollerare che venga il primo Santoro a rovinare la festa.
E dunque partono gli attacchi, studiati, mirati, concentrici.
Comincia venerdì Il Giornale che accusa Santoro d'essere uno sciacallo.
Poi interviene Fini che forse per farsi perdonare qualche "marachella" non proprio fascista, dichiara che "quella trasmissione è stata semplicemente indecente"
Quindi è il turno di Gasparri (e quand'è che il tuttologo non spara la sua cazzata?) che dichiara: "...di Santoro, né di Travaglio né di Vauro, ho alcuna stima. Persone con le quali non ho alcun interesse a confrontarmi perché so come fanno le trasmissioni. Vauro e Travaglio sono anche peggio di Santoro. Santoro, e i bassifondi delle città ad alto rischio sono i soli posti che evito"
A questo punto, dopo il fuoco di sbarramenteo, entra in scena nano con la faccia da vittima sacrificale per le grandi occasioni che dice: "La tv pubblica non può comportarsi in questo modo. Non parlo più di Santoro, ma mi sembra che i fatti mi abbiano dato ragione"

Ecco, finalemente l'editto è partito. Ok, ce l'aspettavamo... come ci aspettavamo che il nuovo presidente (presidente di garanzia... ahahahaha) non solo facesse una ruffianata alla Protezione Civile, ma che promuovesse "tutti gli approfondimenti previsti dalla normativa vigente e dai regolamenti aziendali" sulla puntata".
 E la Sinistra (sempre cosiddetta) come ha reagito? Col migliore dei silenzi... forse troppo impegnati ad abbuffarsi di abacchio e pastiere.
L'unico che ha reagito con una dichiarazione degna di un anti-REGIME è stato Antonio Di Pietro, l'uomo di "destra"...
Ha dichiarato:

"
L'unica indecenza è la pretesa di Berlusconi e Fini di pilotare l'informazione al fine di descrivere una realtà che non esiste e far credere che ciò che è accaduto in Abruzzo sia solo colpa del destino. Pretendere di mettere il bavaglio a un giornalismo che approfondisce la verità dello svolgimento degli avvenimenti è da criminali "

Lo ripeto: a me Di Pietro non piace, ma è molto sciocco NON riconoscere che è rimasto l'ultima OPPOSIZIONE al REGIME Catto-Fascista italiano!!!



Questa news proviene da altrestorie
( http://www.altrestorie.org/news.php?extend.1851 )


Render time:0.0724sec0.0062di queries.queries DB17. Memoria in uso:1,651kb