News: IL PD TRA IMBECILLITA' E FOLLIA
(Categoria: A SINISTRA)
Inviato da altrestorie
sabato 12 marzo 2011 - 13:10:14




(ASCA) - Roma, 11 mar - ''E' evidente che il PD non si sottrarrà al confronto in Parlamento sulla riforma costituzionale della giustizia proposta dal governo. Ma il centrodestra eviti le bugie e la propaganda: l'impianto di questa riforma non c'entra nulla con le norme che erano contenute nel testo della Bicamerale, che erano inserite - tra l'altro - in un contesto più largo di riforma costituzionale complessiva, e non accorciano di un giorno i tempi dei processi. E la responsabilità del fallimento della Bicamerale non e' certo ascrivibile al centrosinistra ma a Silvio Berlusconi''. Lo dice Anna Finocchiaro, presidente del gruppo del Pd al Senato.




''Noi siamo consapevoli che la giustizia italiana - prosegue Anna Finocchiaro - ha bisogno di riforme ma sappiamo anche che l'urgenza e' la velocizzazione dei tempi, la riorganizzazione delle sedi, l'informatizzazione. Tutte cose che potrebbero essere affrontate con leggi ordinarie e non attraverso una lunga riforma costituzionale che non e' certo una priorità per i cittadini italiani. Invito quindi il centrodestra e il governo ad evitare una propaganda faziosa e bugiarda. La riforma del governo ha un forte impianto ideologico sbagliato che non ci convince. Ma proprio per questo non ci sottrarremo al dibattito in Parlamento e presenteremo le nostre proposte la cui logica e la cui impostazione non hanno nulla a che vedere con quelle presentate dal governo''

Oibò [per non bestemmiare come mi verrebbe spontaneo!] sono vent'anni che abbiamo Berlusconi in Italia. I disastri combinati sono sotto gli occhi di tutti, almeno di tutti quelli che li vogliono vedere. La situazione giudiziaria di B non ha eguali nel mondo "libero" [e probabilmente manco su marte!]. Che sia una vendetta contro la magistratura ed un modo per distogliere l'attenzione dai suoi processi solo un imbecille non lo capisce. Anche quelli del PD sono consapevoli che questa riforma peggiora lo stato della giustizia e non incide sul vero problema che è la lunghezza dei tempi, eppure quegli stessi esponenti del PD si dicono disposti al dialogo con questa maggioranza! Ma come si può solo pensare di discutere con un tizio  di cui fino a ieri si sono chieste le dimissioni con parole di fuoco? Come si fa a discutere con uno che fino a qualche giorno fa si  definiva un pericolo per la democrazia ed in effetti lo è? Chiamparino l'altro giorno ha detto che il PD è un partito senza futuro. Beh se a guidarlo sono questi qui, Chiamparino in testa, è ovvio che non ha futuro perchè l'elettorato rimane disorientato. Sarebbe come dopo che io ho accusato un tizio di essere un ladro ed un assassino un momento dopo mi metto a tavola a discutere amabilmente  dei massimi sistemi e di come regolare insieme le nostre vite.
Se non è imbecillità e follia.
Se il Pd non decide di adottare una linea chiara almeno su un punto come questo, cioè che con Berlusconi nessun dialogo , nessuna trattativa, neanche la più timida apertura sono possibili che speranza ha di rappresentare un 'alternativa credibile per l'elettorato?
Invece di raccogliere inutili firme che lasciano il tempo che trovano, oltre ad esporre al ridicolo per il modo, mantengano un minimo di coerenza sulle scelte di fondo.


pd-qui-la.jpg

giuseppe galluccio







Questa news proviene da altrestorie
( http://www.altrestorie.org/news.php?extend.2855 )


Render time:0.0599sec0.0079di queries.queries DB17. Memoria in uso:1,652kb