News: LA SINISTRA CHE PROSPERA
(Categoria: A SINISTRA)
Inviato da altrestorie
martedì 04 settembre 2012 - 12:31:09






Ieri sera ascoltavo L'Infedele di Gad Lerner e scopro un certo Prospero editorialista dell'Unità. E' quella che, insieme a Violante, sull'Unità sta sostenendo l'esistenza di un complotto populista e giudiziario che mira a danneggiare soprattutto la sinistra e a destabilizzare il paese. Del complotto farebbero parte Di Pietro, Travaglio, Il Fatto e ovviamente le procure, soprattutto quelle che indagano seriamente ovviamente. 



Questo tizio sosteneva anche ieri, in sintesi, che l'Italia è un 'anomalia in Europa perchè è l'unico paese dove le procure fanno politica e ci sono alcuni soggetti, i populisti giudiziari di Violante evidentemente, che pensano di risolvere i problemi per  via giudiziaria.
La prima osservazione è che è piuttosto arduo considerare il PD di sinistra dato che sta appoggiando un governo ultraliberista come quello di Monti e tacendo del resto.
Poi che questa litania è roba da berlusconiani della prima ora che accusavano, guarda un po', la sinistra di cercare la scorciatoia giudiziaria.
Ora la presunta sinistra PD usa gli stessi argomenti per attaccare chi dissente dalle scelte dl PD.
La cosa più grave è che a Prospero, e a quelli come lui, sfuggono cose ben più gravi. Cioè che la vera anomalia italiana è l'illegalità diffusa. Con la presenza di tre mafie internazionale che ormai si sono ramificate su tutto il territorio nazionale e controllano economia, politica, pacchetti considerevoli di voti.
Ci dica il sig Prospero in quale paese europeo esiste qualcosa del genere. Ci dica anche in quale paese europeo dei mafiosi acclarati siedono in Parlamento. Forse lui non lo sa, ma in Europa un deputato, un uomo pubblico, si dimette per non avere pagato i contributi alla colf o per avere speso qualche euro in maniera ingiustificata. E ci dica ancora il sig Propero, se in qualche paese democratico occidentale un piduista, condannato per falso e in odore di mafia, poteva essere eletto ai vertici del paese?
Perciò se in Italia la magistratura ha in qualche caso dato la sensazione di avere travalicato il proprio ruolo è solo perchè da decenni la politica non solo è incapace di risolvere i problemi, ma è asserragliata in un bunker utilizzando le leggi e la politica per mantenere i propri privilegi. Questo mentre il paese va in malora.
L'antipolitica nasce dall'imbecillità della politica, dalle sue incapacità. Se si fanno analisi sballate come quelle di Prospero è ovvio che non si potranno manco cercare soluzioni ai problemi. Ma l'antipolitica non sta certo in Travaglio, in Di Pietro, o nei cittadini che chiedono livelli  minimi di legalità e decenza.
I numeri dicono che ci sono 120/150 mld di evasione fiscale, 50 mld frutto della corruzione e stimare il giro miliardario delle mafie è praticamente impossibile.
Se la politica non si occupa di questo mentre chiede sacrifici ai cittadini stremati, chi deve occuparsene? E se la sinistra non si occupa di questo, ma solo della gestione del proprio potere, non ha ragione di essere. Prospero e Bersani se ne devono fare una ragion.








Questa news proviene da altrestorie
( http://www.altrestorie.org/news.php?extend.3161 )


Render time:0.0335sec0.0063di queries.queries DB17. Memoria in uso:1,650kb