News: A PROPOSITO DI VACCINI. SE TUO FIGLIO NON VACCINATO INFETTA IL MIO, IO POI MI INCAZZO
(Categoria: MEDICAL)
Inviato da altrestorie
martedì 28 marzo 2017 - 20:28:39


 no vaccini.jpg

Ognuno è libero di vaccinarsi o meno e di vaccinare o meno i propri figli. Ma poi a scuola ed in occasioni pubbliche non lo porta, non ci va. Perchè poi non può pretendere di infettare qualcuno impunemente.
 



 
Non sono molto amante dei vaccini. E so bene che dietro ci sono anche grossissimi interessi delle multinazionali del farmaco. Dipende anche di che vaccini parliamo. Quello sull'influenza e sulle epidemie più o meno inventate sono un conto. Ma determinate malattie mortali o gravemente invalidanti sono scomprase. 50 anni fa, quando ero ragazzo esitevano ancora malattie come la poliomelite, la difterite, il vaiolo, il tetano. Nessun blog con tabelle di dubbia provenienza mi convincerà del contrario. Perchè alle scuole elemntari i casi di ragazzini con la polio erano un mucchio. Oggi non ne vedi uno. I vaccini furono introdotti allora. Non dopo. Che ci fosse già un calo di certe malattie è ovvio. Il miglioramento delle condizioni di vita, delle norme igieniche, delle conoscenze sanitarie è migliorato col tempo e certe malattia calavano. Ma i casi prima del vaccino erano ancora tantissimi ed i rischi alti.
Oggi sono scomparse o quasi grazie ai vaccini. E se poi esiste un rischio di morbilità o di mortalità per i vaccini, come in ogni altra pratica meedica, ciò va accettato. Parliamo di problemi post vaccino nell'ordine di decimali. La medician è anche rapporto rischi/benefici. Per i vaccini i rischi sono minori dei benefici e di parecchio.

Chi non si vaccina poi si assume la responsabilità della scelta.





Questa news proviene da altrestorie
( http://www.altrestorie.org/news.php?extend.4043 )


Render time:0.0357sec0.0062di queries.queries DB17. Memoria in uso:1,646kb