News: PER CHI VOTARE ??
(Categoria: POLITICA)
Inviato da altrestorie
lunedì 08 gennaio 2018 - 19:00:51




grillo-usconi.jpgHo sempre pensato che andare a votare fosse necessario, in quanto l'unico strumento, sebbene svuotato,  per decidere delle nostre vite. Non votare può dare via libera ad una classe politica che se la suona e se la canta senza alcun ritegno e senza alcuna attenzione ai problemi del paese ed ai bisogni reali delle persone. Trovo però sempre più difficile farlo. Perchè l'offerta in campo è indecente. Un mucchio di gente in malafede, sostanzialmente incapace se non di fregare il prossimo, di truffarlo raccontandogli balle colossali. Per quanto prostrati dagli ultimi 30 anni di mala politica e di gas mefitici instillati nella vita pubblica, ascoltando e anche solo guardando gli attori in campo, mi chiedo se e quanti elettori si rendano conto che ci stanno pigliando per culo. Trattandoci da deficienti. 



Il solo fatto che Berlusconi si possa ricandidare è un 'anomalia assurda. Senza che nessuno faccia un fiato, nonostante il passato, i processi, le leggi ad personam, Ruby acclamata dal Parlamento come nipote di Mubarak, la condanna, l'incandidabilità legale. La gente è disposta a votarlo nonostante i danni fatti in passato? Ci siamo scordati che con lui lo spread era a 600 e che arrivammo al baratro tanto da essere commissariati dalla Ue ingoiando Monti? Ci siamo dimenticati che ci vergognavamo all'estero come oggi gli Usa per Trump? Ci ricordiamo che delle promesse fatte non ne mantenne una nonostante i patti firmati dal notaio Vespa? Ci dimentichiamo che con lui è arrivata la mafia in parlamento ? Dell' Utri, Cesaro, Cosentino, Previti, Papa...tutti portati da lui. Ci siamo dimenticati che per 15 anni il paese è vissuto intorno agli scandali berlusconiani, le sue tv e la sua guerra privata contro i giudici per non finire in galera? Piegando il paese ai suoi personalissimi interessi? Eppure son passati pochi anni, non secoli. Il solo fatto che siamo ancora li, dice che il paese è marcio, che votare non serve, non cambia niente, non è quella strada. Personalmente penso che solo la disubbidienza civile ci possa salvare. Ma questa proposta non la fa nessuno, perchè spaventa gli attori in campo che perderebbero il controllo. E mica poi Berlusconi propone cose nuove, tali da confondere qualcuno. Siamo ancora al "Meno tasse e più dentiere". Lo stesso di 25 anni fa. Orologio fermo. A ruota vengono gli altri. Renzi che promette di togliere il canone che lui ha messo in bolletta in modo che non lo si potesse più evadere. A che serve ad una famiglia risparmiare 80 euro l'anno? E che peso può avere questo provvedimento sull'economia, la crescita, lo sviluppo di un paese che ha più di 2 mila miliardi di debito? Poi c'è Salvini che promette di abolire la Fornero e l'ha messo nel programma comune con Berlusconi. Cosa che approvo, ma voglio sapere come fa, dove piglia i soldi, perchè ci vorranno diversi miliardi. E come l'abolisce visto che se andrà al governbo lo farà con FI che quella legge l'ha votata?? Perfino la "sinistra" di Grasso promette a capocchia. Grasso vuole abolire le tasse universitarie ma senza spiegarne il senso. Cosi come l'ha detta è un regalo ai ricchi. A meno di un riforma di sistema che non c'ha spiegato. Anche qui, una forza nuova ma che non ha ne parole né contenuti nuovi. E pure le facce sono vecchie ed invecchiate male. Infine abbiamo i 5s, i superonesti a convenienza. Per non certificare l'incapacità di governo soprattutto a Roma, sono disposti a sommergere Roma ed i romani di munnezza. Dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta...invece ci sguazzano dentro nello stesso olio. maledetti incapaci arroganti. Idee, progettualità, visione del futuro? Zero. Solo slogan imbonitori. Via le tasse. Come ? Frega niente. Via il canone. Perchè, come? Frega niente. Sui problemi veri del paese silenzio assoluto. Le mafie? Scomparse. L'illegalità diffusa ormai intollerabile? Non pervenuta. Il lavoro giovanile? Vadano all'estero. Una politica seria per governare il fenomeno epocale delle migrazioni? Spariamogli addosso. Oppure più bonariamente : rimandiamoli a casa. Ovviamente senza dirci come . Le pensioni da fame e la soglia troppa alta per alcuni tipi di lavoro? Gli diamo una dentiera migliore e gli togliamo il canone cosi sorridono beati davanti alla D' Urso o alla De Filippi. Il nostro ruolo nella UE? Ma che ci frega dell'Europa..meglio un referendum per tornare alla liretta . Si cosi il giorno dopo il petrolio ed il gas lo paghiamo in marchi al quintuplo del prezzo.Insomma la classe politica, che sostanzialmente è la stessa da un ventennio, non ha alcuna idea di paese. Nessuno che parla di scelte strategiche, tipo investire nel turismo e nella cultura che sono nostri patrimoni, visto che a livello industriale non siamo più competitivi. Oppure di investire in ambiente, rinnovabili, nella canapa per aprire nuovi mercati e creare lavoro vero, pulito, sostenibile. Meglio ancora di un piano agricolo che invogli al ritorno alle eccellenze agricole che avevamo ed in parte ancora abbiamo .Vorrei una campagna elettorale dove contassero le idee, i progetti e su quello gli elettori potessero decidere. Affidati a gente capace, credibile e non a questi quattro banditi e ladri di galline che abbiamo intorno. Protette da un sistema marcito che loro tengono in vita per interesse personale.Se le votazioni fossero domani, resterei a casa . Non me la sento di sentirmi complice di questi qui. La mia singolare indignazione, non serve a niente. E se nessuno rappresenta questa indignazione, che non è certo solo mia, ma di tantissimi altri senza voce come me, che posso fare davvero se non testimoniare col mio silenzio elettorale il mio : NO! Non ci sto






Questa news proviene da altrestorie
( http://www.altrestorie.org/news.php?extend.4126 )


Render time:0.3431sec0.0057di queries.queries DB17. Memoria in uso:1,657kb