News: PAURA E CONSAPEVOLEZZA
(Categoria: ITALIA)
Inviato da altrestorie
mercoledì 14 ottobre 2020 - 13:34:36



vita normale.jpgCome c'era da aspettarsi l'epidemia Covid sta riprendendo alla grande. Molta parte della colpa è dei cittadini e di converso degli amministratori locali e del governo. Come abbiamo visto i focolai si sono riaccesi nelle zone di vacanza,  in Italia ed all'estero, diffondendo di nuovo  l'epidemia. Perchè la gente non ha rinunciato a locali, movida, vita notturna. Colpa degli amministratori locali e del governo che  hanno pensato che il turismo, voce economica importante in tanti paesi compreso il nostroCredo che il governo, la politica, stia fondando la strategia di contenimento dell' epidemia troppo sulla paura e poco sulla consapevolezza. Si impaurisce la gente altrimenti c'è una tendenza a non rispettare le regole. Non accade solo in Italia. Una buona fetta dei cittadini sono consapevoli e mantengono comportamenti prudenti per se e per gli altri. Purtroppo ci sono un mucchio di imbecilli, superficiali e qualche delinquente vero che se ne strafrega delle conseguenze dei suoi. Poi c'è il peggio. Quei politici che sono negazionisti per blandire il proprio elettorato.  E non credo che sia un caso che gli atteggiamenti negazionisti (cioè criminali) vengono dalle destre . Trump, Salvini, Bolsonaro, che rappresentano la destra irresponsabile che in molte parti governa anche.
Forse il governo dovrebbe provare a puntare anche se non soprattutto sulla consapevolezza. Certo l'epidemia è un problema, ma la mortalità è per fortuna bassa e sembra essere scesa ancora. Comunque ora c'è qualche terapia da somministrare anche ai pazienti gravi. Il punto è che se si estende ancora ben presto si satureranno le terapie intensive le rianimazioni e i posti letto negli ospedali. A quel punto sarà il panico a governare perchè potrebbe verificarsi lo scenari, come è successo in altri paesi, di gente che moriva per strada o nella solitudine, senza alcuna speranza di cura.
Questo è lo scenario che bisogna assolutamente evitare. Ma, parlando in giro con le persone, questo quadro di consapevolezza  non è ben chiaro. Prevale la paura che quasi mai è una buona consigliera . Se la paura diventa panico generalizzato, la situazione sfuggirà ad ogni controllo.La colpa della politica è di non essersi attrezzate predisponendo tamponi e personale per i posti letto creati durante il lockdown. E qui la responsabilità delle regioni che gestiscono la sanità è enorme. Rimedi ? Fare molti più tamponi, assumere medici ed infermieri e persone che possano controllare che gli asintomatici non facciano cazzate. Altrimenti l'alternativa è un nuovo e prolungato lockdown che non si sa se possiamo reggere da un punto di vista economico e sociale.
Io speriamo che me la cavo! 





Questa news proviene da altrestorie
( http://www.altrestorie.org/news.php?extend.4458 )


Render time:0.0632sec0.0085di queries.queries DB17. Memoria in uso:1,649kb